Approvato il decreto di attuazione della Direttiva PIF.


Novità per il D.Lgs. n. 231/2001, tra nuovi reati presupposto e inasprimento delle sanzioni.
Il 6 luglio u.s. il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto di attuazione della Direttiva (UE) 2017/1371, relativa alla lotta contro la frode che lede gli interessi finanziari dell’Unione mediante il diritto penale (c.d. Direttiva PIF): tale decreto attuativo, quando entrerà in vigore mediante la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, avrà un notevole impatto sul diritto penale d’impresa, soprattutto con riferimento alle fattispecie di reati tributari e di reati contro la pubblica amministrazione, e comporterà importanti modifiche nell’ambito della responsabilità amministrativa degli enti ex D. Lgs. n. 231/2001, estendendo il catalogo di reati presupposto e inasprendo il quadro sanzionatorio ivi previsto.
Versione integrale del contributo.