La Cassazione riconosce un importante rimborso dell’IVA indebitamente versata.


Su ricorso dell’azienda interessata, rappresentata dall’avv. Alfredo Talenti, la Cassazione riconosce un importante rimborso d’IVA, nonostante l’intervenuto condono eccepito dal Fisco: il condono, precisa la Corte, costituisce una “rinuncia erariale” delle cui conseguenze lo Stato non può poi dolersi.

>> Maggiori informazioni sulla sentenza della Cassazione
>> Articolo pubblicato da Il Sole 24 ore